VISITA IL SITO ➜
    blog-hero

    Il noleggio del futuro oggi!

    Scopri di più

    Termocamere e termoscanner: una guida per trovare lo strumento più adatto alle vostre necessità

    Gabriele Gabbini
    Scritto da Gabriele Gabbini
    il ago, 28 2020
    5 tempo di lettura

    Indice

    1) Introduzione

    2) Cosa sono i termografi

    3) Curiosità

    4) Termocamere e Termoscanner: i modelli in commercio

    5) Come funzionano

    6) Misurare la temperatura è un obbligo?

    7) Acquisto o noleggio?

    8) Quali telecamere scegliere e perché

    1) Introduzione

    C’è una tecnologia che sta entrando sempre più nelle nostre vite in questi mesi post Covid-19. La vediamo in azione ogni mattina quando ci rechiamo in ufficio o sul posto di lavoro; ci accoglie all’ingresso di supermercati, centri commerciali ma anche porti o aeroporti e, in sostanza, fa la guardia ai varchi di accesso di ogni luogo chiuso che preveda un passaggio più o meno frequente di pubblico.

    Si tratta di termoscanner e telecamere termiche, dispositivi fissi o mobili che servono a rilevare la temperatura corporea di clienti e visitatori per garantire a tutti le basilari condizioni di sicurezza.

    Una tecnologia medicale “prestata” alla sicurezza, che è diventata oggi all’ordine del giorno proprio a causa della recente pandemia di Coronavirus che ha colpito l’Italia e il Mondo, diventando in pochissimo tempo uno strumento basilare della lotta contro la diffusione del virus.

    Ma vediamo di chiarire meglio cosa sono esattamente questi strumenti, come funzionano e a quali regole sono soggetti.

    2) Cosa sono i termografi

    Partiamo dalle basi: l’enciclopedia Treccani definisce la termografia come “Rilevamento della distribuzione di temperatura sulla superficie di un corpo ottenuto individuando, attraverso particolari strumenti, le radiazioni infrarosse da esso emesse”.

    Questi “particolari strumenti” sono, appunto termoscanner e telecamere termiche: si tratta dunque di una tecnologia (hardware o software) atta a misurare la temperatura di un corpo a distanza. Esistono in commercio diversi tipi di termocamere, che possono variare a seconda del contesto (minore o maggiore affluenza di pubblico), del tipo di utilizzo e del grado di integrazione (possono funzionare in modalità stand alone o all’interno di un sistema di sicurezza più complesso).

     

    3) Curiosità

    Conoscete la differenza tra temoscanner e termocamere? I primi sono tutti quegli strumenti a infrarossi, che possono essere manuali e non, che servono a musurare la temperatura corporea. Le seconde invece sono telecamere sensibili alla radiazione infrarossa in grado di mappare la temperatura di cose o persone. Al contrario degli scanner, le termocamere possono anche essere integrate nel sistema di sicurezza/videosorveglianza per analizzare grandi volumi di dati e fornire riscontri in tempo reale.

     

    4) Termocamere e termoscanner: i modelli in commercio

    Le telecamere termiche possono dividersi sostanzialmente in tre macro-aree, a seconda del tipo e dei modi di utilizzo:

    • La “Pistola”: è lo strumento primordiale, semplice ma efficace. Funziona in modalità stand alone, dunque senza alcuna integrazione di sistema, e necessita obbligatoriamente di un operatore per la sua attivazione e per il controllo della temperatura. Opera un controllo “one2one”, verificando quindi la temperatura di una sola persona per volta. È lo strumento più semplice in commercio e, di conseguenza, anche il meno caro.

    Plus: la soluzione ideale per garantire il rispetto delle regole con un budget minimo in luoghi a bassa affluenza

    Minus: necessita di un operatore, con un possibile aumento dei costi e un maggiore rischio legato al contatto diretto con le altre persone

     

    • Il “Pannello”: il suo aspetto ricorda quello di uno smartphone, dotato di telecamera HD a colori e di un sensore termico. Può funzionare sia in modalità stand alone che integrata e non richiede necessariamente la presenza di un addetto, in quanto può essere installato direttamente ai varchi di accesso e collegarsi al sistema di videosorveglianza. La misurazione può avvenire sulla fronte o sul polso, fino a una distanza di circa un metro. I modelli più avanzati sono dotati anche di software per il riconoscimento facciale, che riconosce anche se la persona sta indossando o meno i dispositivi di protezione individuale (DPI) come la mascherina oppure possono collegarsi al sistema di apertura chiusura porte, per permettere solo a chi non superare la soglia massima impostata per la temperatura. I costi si alzano rispetto alla semplice pistola e possono variare in funzione del modello.

    Plus: soluzione perfetta per aziende e negozi. Molto preciso, può integrarsi con il sistema gestionale o di sicurezza già installato e non necessita dell’ausilio di un operatore in loco.

    Minus: costi elevati che lievitano ulteriormente con l’aumentare delle funzionalità (Face recognition, database interno, etc)

     

    • La “Telecamera”: rappresenta il non plus ultra sul mercato dei termografi ed è particolarmente indicata per i grandi varchi, dove la misurazione one2one sarebbe impossibile. Porti, aeroporti, grandi centri commerciali sono i principali acquirenti di questo segmento di prodotto. Le telecamere infatti uniscono le caratteristiche del pannello a una misurazione efficace anche per 30 persone alla volta. Il margine di errore è molto basso, inferiore al grado centigrado, ma per una maggiore precisione è possibile combinare questa tecnologia con il Black Body, tecnologia che assorbe tutte le radiazioni elettromagnetiche abbassando il margine di errore delle misurazioni fino a 0,5 gradi centigradi.

    Plus: ha la capacità di controllare fino a 30 persone per volta, non necessita della presenza fisica di un operatore in loco e inibisce il rischio di assembramenti all’ingresso.

    Minus: costi elevati, per aumentare ulteriormente la precisione della misurazione richiede l’installazione coordinata, e quindi l’acquisto, anche del sensore black body.

     

    5) Come funzionano

    La misurazione della temperatura avviene attraverso la lettura della radiazione termica. Si tratta di una radiazione elettromagnetica emessa dalla superficie di un oggetto (per esempio da una lampadina accesa) o dai nostri corpi e rappresenta la temperatura propria di un certo individuo o di una specifica materia. Il temoscanner non è altro che lo strumento in grado di rilevare questa temperatura grazie alle radiazioni emesse, misurandola.

     

    6) Misurare la temperatura è un obbligo?

    Stando alle ultime direttive del Ministero della Salute la misurazione della temperatura non è un obbligo, anche se tutte le attività aperte al pubblico sono caldamente invitate a verificarla all'ingresso, dai bar e ristoranti fino ad aziende e attività turistiche passando per i mezzi pubblici, con ingresso consentito solo a chi non supera i 37,5 gradi. Ecco perché quasi tutte le attività hanno deciso di dotarsi di un rilevatore.

     

    7) Acquisto o noleggio?

    Considerati i costi elevati di queste tecnologie, sempre più persone hanno preferito l'opzione del noleggio a quella dell'acquisto, così da garantire la salute e la sicurezza di tutti, ottenendo anche un significativo risparmio nel proprio portafoglio.

     

    8) Quali telecamere scegliere e perché

    La scelta del tipo di strumento di prevenzione dipende dalle reali necessità e, soprattutto, dall'affluenza di pubblico. La soluzione della pistola infatti è senza dubbio la più economica, ma nasconde diverse insidie per la sicurezza legate in primis alla presenza fisica di un addetto e alle distanze ridotte della misurazione, che in questo caso rispetterebbero a mala pena il metro di sicurezza tra una persona e l'addetto. Il pannello è probabilmente la soluzione più adatta ad attività che contano un flusso ridotto e, in ogni caso, possono operare un controllo “uno a uno”, come nel caso di un negozio, come anche di uno stadio o di una metropolitana, dove per esempio potrebbe essere installato un pannello per ogni tornello. Al contrario, in casi di grandi affluenza come all'interno di porti o aeroporti, la soluzione migliore per avere dati precisi e immediati evitando il formarsi di pericolosi assembramenti è le telecamera, in grando di analizzare contemporaneamente anche gruppi di 30 persone e perfettamente integrabile con i sistemi di sicurezza già presenti.

    Per restare aggiornati su tutte le regole da seguire nel posto di lavoro è possibile consultare il Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid 19.

    Healthcare

    Articoli correlati:

    Lascia un commento

    Resta sempre aggiornato!

    Iscriviti alla newsletter

    Resta sempre aggiornato